India

I caffè indiani hanno delle caratteristiche tipiche che li rendono inconfondibili: il gusto corposo, la consistenza cremosa e l’acidità mediamente bassa. Oltre al metodo lavato e naturale vi è un altro procedimento particolare che viene utilizzato in questo paese, il Monsonato: il caffè viene messo all’interno di magazzini all’aperto ed esposto al calore e all’umidità dei venti monsonici. Ben presto il caffè diventa giallo e assume una caratteristica nota speziata.

KAPPY ROYAL: questo caffè nasce dagli altipiani indiani del Karnataka ed è una varietà robusta dall'aroma intenso e dal gusto deciso, con note di cioccolato e spezie. La sua densità e la sua cremosità sono date proprio dalla natura del suolo della
piantagione da cui proviene e dall’elevata altitudine: il colore marrone intenso si distingue per la sua elevata intensità aromatica e si possono apprezzare all’olfatto piacevoli sentori di spezie e cioccolata, con leggere note di legno e cereali. La sua bassa acidità e il perfetto bilanciamento del gusto dolce e amaro caratterizzano questo caffè che in tazza si presenta i come un espresso corposo e con un retrogusto persistente di cioccolato fondente.


Stampa